Cinque terre - alpinicaerano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cinque terre

Gruppo escursioni > 2014

      31 maggio - 1 e 2 giugno 2014


Il Gruppo Escursionistico Alpini Caerano ,ha effettuato  la quinta uscita stagionale di tre giorni, fra mare e monti nel parco marino delle 5 terre in Liguria di Levante. Ottime giornate primaverili con sole  a volte velato da qualche nuvola.
Primo giorno siamo arrivati a Rapallo abbiamo preso il battello per San Fruttuoso, molto bella l’abbazia che nel XI viene affidata ai Benedettini,e la Grande Torre che ancora oggi domina la baia.
Da qui abbiamo proseguito  piedi lungo il sentiero che porta a Portofino, che sale per 230mt circa ed è caratterizzato da suggestivi versanti rocciosi che precipitano direttamente sul mare, regalando vedute mozzafiato. Il sentiero, ripido all’ inizio, poi in quota fino alle prime case sopra Portofino e quindi una ripida discesa per stradine lastricate con belle viste sulla baia e la chiesa di S. Giorgio.Dopo una breve al borgo abbiamo ripreso il battello per Rapallo dove ci aspettava il nostro pullman per portarci al Santuario di Soviore per la cena e il pernottamento, la pace la bellezza del luogo e del panorama sono notevoli.
Secondo giorno ore 8.00 si parte a piedi scendendo per il sentiero dei pellegrini  si arriva a Monterosso un borgo antico con la sua spiaggia, seguiamo il sentieri nr 2 che che collega tutti e cinque i borghi le prime due tappe le più impegnative sono percorribili, in un bel sali e scendi di circa 220 metri per tappa che ci consente di godere anche del panorama dall’ alto e di passare per i terrazzamenti di viti o ulivi a volte serviti da monorotaie a cremagliera per facilitare il lavoro di raccolta dei frutti. Arriviamo prima a Vernazza sul mare, una perla multicolore incastonata fra il verde e  l’ azzurro, poi a Corniglia che si trova sopra un promontorio a 93 mt di altezza. Da qui si scende sul versante opposto alla stazione e prendiamo tutti il primo treno , perchè le ultime due tappe compreso il famoso sentiero dell’ amore sono chiuse per frane ancora dall’ alluvione del 2011, peccato perchè erano le due tappe più facili e praticamente sul mare. Arrivati a Manarola altro bellissimo borgo, i più scelgono di fare la quarta tappa con il battello, altri una dozzina, preferiscono camminare seguendo il sentiero interno nr 531 che si presenta come un’ infinita scalinata che sale a 240 mt sopra il colle e poi scende altrettanto ripidamente su  Riomaggiore  paesino stretto tra mare e monti, si caratterizza per le sue tipiche abitazioni colorate, accatastate a torretta le une affianco alle altre, i colori sono intensi rosa, rosse il blu del mare e l’azzurro del cielo. Ora sono le 16.30 e dopo una bella camminata ci prendiamo una mezzoretta di riposo con il battello per Portovenere famosa località turistica , con la chiesa di San Pietro  quasi a picco sul mare che ci viene incontro. La giornata si conclude al ristorante Miramare con una buona cena di pesce in vista al golfo di La Spezia, e con il ritorno in pullman a Soviore per la notte.
Terzo giorno ore 9.00 partenza, sempre a piedi dal Santuario di Soviore (465 mt) per Levanto lungo il sentiero nr 1 che inizialmente scende lungo la strada principale al bivio per Monterosso,(330mt) poi  per sentiero si sale in mezzo al bosco al M. Rossini (466 mt) e si prosegue in leggera discesa, tralasciando sulla destra il sentiero che scende direttamente e a Levanto, fino al promontorio del Mesco che offre un vista panoramica su tutto il litorale delle 5 terre. Si riparte in discesa con un belle viste sul mare e ancora bosco, piante verdi, pini, dopo 4 ore arriviamo a Levanto, cittadina incorniciata dai monti e affacciata al mare con la sua magnifica spiaggia.
il verde e  l’ azzurro, poi a Corniglia che si trova sopra un promontorio a 93 mt di altezza. Da qui si scende sul versante opposto alla stazione e prendiamo tutti il primo treno , perchè le ultime due tappe compreso il famoso sentiero dell’ amore sono chiuse per frane ancora dall’ alluvione del 2011, peccato perchè erano le due tappe più facili e praticamente sul mare. Arrivati a Manarola altro bellissimo borgo, i più scelgono di fare la quarta tappa con il battello, altri una dozzina, preferiscono camminare seguendo il sentiero interno nr 531 che si presenta come un’ infinita scalinata che sale a 240 mt sopra il colle e poi scende altrettanto ripidamente su  Riomaggiore  paesino stretto tra mare e monti, si caratterizza per le sue tipiche abitazioni colorate, accatastate a torretta le une affianco alle altre, i colori sono intensi rosa, rosse il blu del mare e l’azzurro del cielo. Ora sono le 16.30 e dopo una bella camminata ci prendiamo una mezzoretta di riposo con il battello per Portovenere famosa località turistica , con la chiesa di San Pietro  quasi a picco sul mare che ci viene incontro. La giornata si conclude al ristorante Miramare con una buona cena di pesce in vista al golfo di La Spezia, e con il ritorno in pullman a Soviore per la notte.
Terzo giorno ore 9.00 partenza, sempre a piedi dal Santuario di Soviore (465 mt) per Levanto lungo il sentiero nr 1 che inizialmente scende lungo la strada principale al bivio per Monterosso,(330mt) poi  per sentiero si sale in mezzo al bosco al M. Rossini (466 mt) e si prosegue in leggera discesa, tralasciando sulla destra il sentiero che scende direttamente e a Levanto, fino al promontorio del Mesco che offre un vista panoramica su tutto il litorale delle 5 terre. Si riparte in discesa con un belle viste sul mare e ancora bosco, piante verdi, pini, dopo 4 ore arriviamo a Levanto, cittadina incorniciata dai monti e affacciata al mare con la sua magnifica spiaggia.
Il tempo è poco per poter fare un bagno…. ore 14.00 si sale in pullman per il rientro a casa.
Tre giorni vissuti, di fatica, divertimento e buona compagnia, alla prossima!!!

Totale partecipanti, 31 di cui 3 solo gita.

Torna ai contenuti | Torna al menu