Domenica 11 Settembre MONTE PIANA – Sent. Attrezzato in pulman - alpinicaerano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domenica 11 Settembre MONTE PIANA – Sent. Attrezzato in pulman

Gruppo escursioni > 2016

11 settembre Monte Piana  “Per non dimenticare”

Undicesima uscita per il Gruppo Escursionistico Alpini Caerano, in un luogo che offre vari itinerari, ma soprattutto un museo all’aperto che ci ricorda la crudeltà e le enormi difficoltà patite dai soldati italiani e austro ungarici nella Prima Guerra Mondiale, è una delle tappe obbligatorie per commemorare il centenario della grande guerra.
Noi, fra i vari percorsi di salita ne abbiamo programmati due, che poi sono diventati quattro; il gruppo b sale da Misurina, versante sud, per la strada militare che porta al rif. Bosi, con la possibilità per chi volesse di usare la navetta; il gruppo a, sale dal lago di Landro, versante nord, sentiero dei Pionieri con possibilità per chi ha al seguito l’attrezzatura,di fare la breve ferrata finale.
La giornata inizia con alcuni cenni storico culturali sul luogo che andiamo a visitare letti durante il viaggio in pullman, poi  si movimenta un pò  per la scelta degli itinerari che presentano difficoltà diverse,  giunti a Misurina scende prima il gr.b, poi il pullman prosegue fino al lago di Landro. Il versante nord si presenta ripido, ma il sentiero sale con pendenza regolare, con un paio di passaggi su rocce esposte, ma attrezzate con funi metalliche, si attraversano gli ex comandi austriaci di cui ci sono ancora tracce molto evidenti compreso un piccolo cimitero a quota 2100 mt. La ferrata è breve ma con due passaggi verticali che giustificano l’ utilizzo dell’ imbragatura.
Verso mezzogiorno ci si ritrova tutti in cima al monte Piano con il gr. b che ha già visitato la maggior parte del museo che fa da cicerone al gr. a che lo deve ancora fare, ripercorrendo l’ altipiano sulla via del ritorno. Oltre alla storia, il luogo  offre anche un panorama a 360° che ha pochi eguali con splendida vista sulle Tre Cime, Cadini i Misurina, Cristallo, Croda Rossa d’ Ampezzo, Picco di Valandro e tutte le Dolomiti di Sesto, per citare solo le cime in primo piano.  Il meteo in mattinata soleggiato, volge sempre di più al nuvoloso, coprendo via via le montagne circostanti, infatti poco dopo aver iniziato la discesa verso il rifugio, inizia a piovere, un paio di scrosci abbastanza consistenti, che ci fanno affrettare un po’. Raggiunto il pullman si decide di partire e fare la sosta per spuntino lungo la strada dove il meteo è più sicuro, anche per non rovinare gli innumerevoli dolci preparati dalle nostre donne che oggi si sono superate in qualità e quantità, tanto da non riuscire a finirli tutti.
 
Totale partecipanti 37
Gruppo A 15 di cui 5 in ferrata
Gruppo B 22 di cui 3 con la navetta
Tempo impiegato 5 ore con visita alle trincee

Prossima uscita, sabato 24 settembre al rif. Bianchet  notturna con cena, in pullman.

Il coordinatore
Ivano  T.

Torna ai contenuti | Torna al menu