Laghi Val Inferno - alpinicaerano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Laghi Val Inferno

Gruppo escursioni > 2014

Domenica 21 settembre
                                          LAGORAI - Laghetti Val dell’ inferno

Il Gruppo Escursionistico Alpini Caerano, ha effettuato la dodicesima uscita stagionale nella catena montuosa del Lagorai famosa per la presenza di molti piccoli specchi d’acqua, infatti l’ escursione ci
porta visitarne alcuni il percorso si svolge in senso contrario rispetto a quanto scritto nel programma.
Lasciata la macchina in località Tedon poco prima del rifugio Carlettini , si sale sul sentiero lungo il fondo di  val Caldenave, a quota 1500 si attraversa il torrente e ci si addentra nel bosco sempre in salita, fino ad uscire sui prati di Malga Caldenave , ora rifugio, dove troviamo una distesa di piante di mirtillo con i frutti maturi, sosta e tutti a mangiare. Il rifugio è illuminato dal sole ,che fortunatamente oggi ci regala una splendida giornata e la sosta si prolunga un po. Si riprende il cammino , attraversando di nuovo il torrente, per salire sul versante destro, ancora i mezzo ad abeti larici e più su i pini cirmolo di cui riusciamo a raccogliere qualche pigna, buona per fare la grappa o lo sciroppo. Improvvisamente in mezzo ai blocchi di granito, tipica pietra dei Lagorai, si aprono dei piccoli specchi d’acqua , su livelli diversi, i laghi di val dell’ inferno appunto, si prosegue ancora in salita fino al Baito , piccolo bivacco dove facciamo la sosta pranzo. Si riprende ancora in salita per  pochi metri poi scavalcata una forcella  si è subito in vista del lago Nassere , più grande dei precedenti e popolato da piccoli pesci, buoni da frittura, probabilmente. Ora è tutta discesa, prima per prati, passando per una sorgente di acqua fresca con qualche pianta di ginepro ricca di bacche mature, buone per insaporire gli arrosti e anche per farci la grappa, giunti a malga Nassere dove pascolano i cavalli, inizia il sentiero dedicato al gruppo musicale dei Nomadi, he scende ripido nel bosco, qui spunta qualche chiodino e altri funghi che ci fermiamo a raccogliere sotto la supervisione di Lino e Franco, gli esperti micologi del gruppo. L’ escursione finisce al rifugio Carlettini dove in breve tratto di strada si raggiungono le macchine.
Bella giornata, bella escursione che ci ha permesso come non mai di godere dei frutti della natura, un grazie particolare a Giorgio che l’ ha proposta e ci ha accompagnato.

Dislivello 750mt  Tempo 5,5 ore comprese le soste
Totale partecipanti  14
Prossima  uscita sulla strade delle gallerie sul Pasubio
Il coordinatore
Ivano  T.
                     

Torna ai contenuti | Torna al menu